Sistema Museale Provincia di Ancona


Vuoi navigare:


Sistema Museale Provincia di Ancona

MUSEI


<<Torna indietro

MUSEO INTERNAZIONALE DELL'ETICHETTA DEL VINO

Logo museo etichette etichetta

Cupramontana ospita il Museo Internazionale dell'Etichetta del Vino, collocato nel gentilizio Palazzo Leoni, costruito per volontà dell’omonima famiglia alla fine del 1700 dall’architetto Don Apollonio Tucchi.

L’esposizione, nata dalla collezione personale del signor Franco Rossi, primo curatore del Museo, è stata ideata dallo storico e critico d’arte Armando Ginesi e, dopo l’apertura del Museo nel 1987, si è ulteriormente ampliata con nuove raccolte provenienti da tutto il mondo.

Attualmente si conta un patrimonio di circa 100.000 etichette distribuito in tre sezioni e supportato da un sistema informatico di ricerca e catalogazione delle opere presenti.
La sezione storica raccoglie le etichette dei primi anni del 1900, con una massiccia presenza dei grandi nomi francesi, come gli Châteaux del Bordolese, i Graves, i Sauternes, i Pomerol, ecc.
Ci sono le prime etichette del Château Lafite e quelle del Château Mouton Rothschild del Barone Philippe de Rothschild, il quale, a partire dal 1945, inaugurò la serie di etichette firmate, anno dopo anno, da un grande artista contemporaneo.

Un particolare riferimento va alla produzione vinicola del territorio che ospita il museo: terra vocata alla produzione del vino Verdicchio dei Castelli di Jesi, di cui Cupramontana è una delle storiche capitali.

Tra le aziende marchigiane di chiara memoria, non poteva mancare la nota etichetta apparsa sulla celeberrima bottiglia a forma di anfora, disegnata nel 1954 dall'architetto Antonio Maiocchi, del vino Titulus dell'Azienda vitivinicola Fazi Battaglia, con la quale il vino Verdicchio fu conosciuto e apprezzato in tutto il mondo e che tuttora costituisce l'elemento che lo rende riconoscibile al consumatore.
L'etichetta del Titulus è altrettanto inconfondibile, per i suoi singolari caratteri di tipo greco-etrusco, e per il cartiglio esplicativo del territorio d'origine, arrotolato e legato con la rafia (oggi plastica) al collo dell’anfora, ideati dal grande incisore xilografo Bruno da Osimo, nome d'arte di Bruno Marsili (1888 – 1962).

La sezione contemporanea del Museo espone etichette provenienti da tutti i cinque continenti, che consentono al visitatore una sorta di viaggio per il mondo attraverso gusti grafici, emblemi, ricerca di originalità, che rappresentano uno specchio della terra di origine dei vini, perché illustrate con immagini dai toni che diventano esotici, a tratti insoliti, specie quando sono accompagnate da scritte in alfabeto cirillico, arabo o dagli ideogrammi del Sol Levante

Donnez Wannanz
Le sale accolgono inoltre numerose serie dedicate a particolari eventi o personaggi: la serie Forza Italia disegnata da Giorgio Forattini in occasione dei Mondiali di calcio del 1990; le etichette degli anni Quaranta e Cinquanta del XX° secolo che, prendendo spunto dai manifesti cinematografici, propongono donne in abiti tradizionali; quelle più ammiccanti degli anni Sessanta, con la Cuvée Erotiques Cotes du Rhone, la Cuvée Sexy e la Cuvée Libertine; le collezioni di etichette dedicate ai funghi, agli animali, alle automobili, ai personaggi storici; la serie per i 100 anni del cinema, prodotta dalla 20th Century Fox, e altre rarità.

Et Rambaldi
La sezione artistica del Museo è in continua evoluzione, grazie alla manifestazione Vinimmagine, che ogni anno raccoglie e propone al grande pubblico bozzetti di grandi artisti contemporanei appositamente creati per la riproduzione su etichette di bottiglie di vino. Hanno partecipato insigni artisti, come Enrico Baj, Vladimir Velickovic, Zoran Music, Arnaldo Pomodoro, Mimmo Rotella, Piero Dorazio, Salvatore Fiume; un particolare bozzetto, per un ipotetico Vinus Venus, è stato disegnato anche da Carlo Rambaldi, il quale, da buon papà dell’extraterreste più famoso del mondo, non ha mancato di ritrarre il suo E.T. con un bicchiere di vino tra le braccia.

La rassegna, curata da Armando Ginesi, è dedicata alla memoria di Luigi Bartolini, nato a Cupramontana nel 1892 e scomparso a Roma nel 1963, incisore, pittore e scrittore (autore del libro “Ladri di biciclette” dal quale il regista Vittorio De Sica ha tratto lo spunto narrativo per l’omonimo celeberrimo film, capolavoro del cinema neorealista, vincitore del premio Oscar del 1950 come miglior film straniero).

Oltre alla manifestazione sui bozzetti d’artista si svolge anche il Premio Nazionale Etichetta d’Oro, riservato alle aziende produttrici italiane per le etichette dei vini posti abitualmente in commercio.

Il museo è membro di diritto della Federation Internazionale de l’Etiquette ed è socio fondatore dell’A.I.C.E.V. (Associazione Italiana Collezionisti Etichette del Vino).

LABORATORIO DIDATTICO:
Pubblicitari nati - durata: 3 ore - destinatari: Scuola Primaria e Secondaria di I° grado.
I ragazzi si cimenteranno in due fasi laboratoriali: "Leggere un'etichetta" e "Crea l'etichetta", evidenziando l'interazione tra componente estetica e componente informativa.


visita la galleria delle immagini


per approfondimenti:

- sul Museo;

- sull'AICEV Associazione Italiana Collezionisti Etichette Vino;

- sulle etichette ed il mondo del vino;

- sulle etichette d'artista della Collezione Château Mouton-Rothschild;

- sullo scrittore, pittore ed incisore Luigi Bartolini;

- sul progetto "Etichette d'artista" del 2003-2004 organizzato dal Sistema Museale della Provincia di Ancona;

- sulla mostra "Artisti Di...vini” della primavera 2007 a Montecarotto;

- sulla mostra "Bruno da Osimo - M'avanzo verso il sogno” della primavera 2012 a Cupramontana;

- sulla mostra e il concerto “I Musei: officine creative” dell'autunno 2014 a Cupramontana;

- sulla produzione del vino in età romana.

Orari e giorni di apertura

ORARI 2013.

Dal 1 luglio al 31 agosto, venerdì, sabato e domenica dalle 17 alle 20
In occasione della notte del Verdicchio, a fine luglio, apertura dalle 18 alle 20 e dalle 21 alle 23.

Dal 1 al 30 settembre: sabato e domenica: dalle 16 alle 19.

Dal 1 ottobre al 31 dicembre, domenica dalle 15.30 alle 18.30.

Prezzi:

Intero: € 2,00
Ridotto (gruppi, scolaresche, minorenni, convenzionati, oltre 60 anni): € 1,50
Ridotto famiglia (due adulti più minorenni): € 5,00
Gratuito: minori di 6 anni, titolari Carta Musei Provincia di Ancona, Carta Musei Marche


<<Torna indietro



 

Vuoi navigare:


Associazione Sistema Museale della Provincia di Ancona - casella postale 532 - 60124 Ancona
part.iva: 01584130429 - email: sistemamuseale@provincia.ancona.it - numero verde: 800 439392 (attivo tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18)

Vuoi navigare:


NOTA: La seguente visualizzazione priva di grafica è causata da un browser (programma di navigazione) obsoleto o dalla consapevole disattivazione degli stili grafici.