Quando si necessita di una somma di denaro da destinare a spese impreviste o a qualche acquisto che non si vuole più rimandare, è possibile ricorrere a svariate forme di prestito; tra le più vantaggiose rientra quella che prevede la cessione del quinto.

Per ottenere la cessione del quinto è sufficiente compilare i form online, messi a disposizione dalle banche che erogano il servizio, e attendere di essere ricontattati, oppure fissare un appuntamento presso una filiale presente sul territorio, portando con sé tutta la documentazione necessaria per effettuare immediatamente la richiesta.

Trattandosi di un tipo di prestito destinato a una specifica categoria di utenti, è necessario, prima di procedere con la richiesta, capire bene di cosa si tratta e accertarsi di possedere tutti i requisiti richiesti.

Che cosa si intende con cessione del quinto

Quando si parla di cessione del quinto dello stipendio si fa riferimento a una forma di prestito nata nel secondo dopoguerra grazie alla legge 180/1950, la quale offriva tale possibilità di accesso al credito al consumo ai soli dipendenti statali e parastatali.

Solo dopo il 2000 e, nello specifico, a partire dal 2005, il prestito con cessione del quinto è stato esteso prima ai pensionati e successivamente ai dipendenti privati con contratto a tempo indeterminato e, in alcuni casi, anche con contratto a tempo determinato.

I vantaggi offerti da questa forma di finanziamento non sono pochi, in quanto rende più semplice per i dipendenti e i pensionati in possesso dei giusti requisiti ottenere somme di denaro da spendere per soddisfare necessità, bisogni e desideri di qualsiasi genere.

Come funziona il prestito con cessione del quinto dello stipendio o della pensione

Questo prestito possiede caratteristiche specifiche, le quali lo differenziano, sotto molti aspetti, da altri prestiti non finalizzati molto diffusi, primo fra tutti quello personale.

In particolare, la cessione del quinto prevede, oltre a un target ben definito:

  • un valore delle rate equivalente a un massimo del 20% della pensione o dello stipendio mensile netto;
  • una modalità di pagamento delle rate che rende più semplice la restituzione, in quanto prevede che siano il datore di lavoro o l’ente pensionistico a effettuare i versamenti, effettuando delle trattenute su quanto spetta mensilmente al lavoratore o al pensionato.

Tra gli altri aspetti che contraddistinguono il prestito con cessione del quinto rientrano la durata massima di 10 anni, il tasso fisso, la possibilità di ricorrere al rinnovo anticipato o di richiedere congiuntamente il prestito con delega, noto anche come doppio quinto.

I requisiti necessari

I requisiti per accedere alla cessione del quinto possono variare leggermente da un istituto di credito a un altro, ma in generale sono richiesti:

  • un’età compresa tra i 18 e gli 85 anni, talvolta estesa fino ai 90 anni;
  • per i dipendenti di società private, esser assunti presso aziende con un minimo di 16 dipendenti;
  • avere la residenza in Italia;
  • per i pensionati, disporre di una pensione il cui importo, tolta quota cedibile, rientri in quello minimo stabilito dalla legge.

Altri requisiti richiesti possono riguardare gli anni mancanti alla pensione, la durata del contratto, se a tempo determinato, e l’affidabilità dell’azienda privata.

Su questo sito i cookie per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche anonime (cookie statistici) e per mostrare opportunamente servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noiCookie Policy