Per garantire il corretto funzionamento di elettrodomestici, motori elettrici, computer, fotocamere digitali e, in generale, qualsiasi dispositivo elettronico, molti produttori scelgono di utilizzare i condensatori polarizzati.

I condensatori sono dei dispositivi, generalmente di ridotte dimensioni, che, inseriti all’interno di un circuito elettrico, accumulano energia e la rilasciano quando occorre. Il loro utilizzo aumenta il livello di sicurezza degli apparecchi elettrici, consentendo di ridurre i disturbi sulla rete elettrica.

Il condensatore polarizzato presenta un polo positivo e un polo negativo, i quali determinano il verso di montaggio e il senso nel quale fluisce la corrente elettrica. Tra i più comuni condensatori di questo tipo troviamo gli elettrolitici.

  • La polarità del condensatore: che cos’è

Il condensatore polarizzato è costituito da due elettrodi, l’anodo e il catodo, e un dielettrico, il quale funge da isolante. I materiali utilizzati variano a seconda del dispositivo scelto. Ad esempio, il condensatore elettrolitico di alluminio presenta anodo e catodo di alluminio, separati da un dielettrico in ossido di alluminio; a differenza di questo, il tipo al tantalio presenta anodo realizzato con questo materiale e catodo in materiale conduttivo.

Diversamente da quanto avviene con i capacitori non polarizzati, i quali funzionano indipendentemente dal senso di montaggio, quelli polarizzati devono rispettare le polarità dei terminali.

  • Come riconoscere un condensatore polarizzato

A causa dei problemi che si potrebbero verificare nel caso in cui si inserisse un condensatore polarizzato al contrario, è molto importante, nel caso in cui ci si trovasse nella situazione di doverne sostituire uno, saper distinguere un condensatore polarizzato da uno non polarizzato e distinguere il polo positivo da quello negativo.

Il primo passo per non commettere errori consiste nel leggere con attenzione la scheda tecnica del prodotto che si sta per acquistare, verificando se si tratta di un modello già polarizzato. In generale, gli elettrolitici sono sempre polarizzati.

Nel caso in cui non vi fosse modo di consultare una scheda tecnica, si potrà osservare direttamente il condensatore e verificare se vi sono apposti segni specifici; i modelli in alluminio polarizzati possono indicare il polo negativo in uno dei seguenti modi:

  • una linea che lo delimita;
  • il terminale più corto;
  • un’area colorata;
  • delle frecce che lo indicano.

In assenza di uno di questi segni, molto probabilmente ci si trova di fronte a un condensatore non polarizzato.

  • Conclusioni

I capacitori elettrolitici polarizzati sono tra i più utilizzati per la realizzazione di dispositivi elettronici. Quando si deve sostituire questo elemento, è molto importante distinguere le polarità, al fine di evitare spiacevoli incidenti, come disturbi sulla rete elettrica o surriscaldamento delle componenti.

Su questo sito i cookie per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche anonime (cookie statistici) e per mostrare opportunamente servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noiCookie Policy