Il grembiule da cucina professionale è un accessorio di cui alcuni lavoratori non possono proprio fare a meno. Si tratta di un elemento indispensabile per chi lavora nel mondo della ristorazione e non solo, che protegge gli abiti, fa da scudo nel corso delle operazioni da svolgere ma nello stesso tempo arricchisce anche la divisa, mostrandosi al pubblico in modo serio, organizzato e decoroso.

Oggi se ne trovano diverse tipologie e modelli: da quelli più ampi e tradizionali che coprono la parte anteriore del corpo a quelli più corti da allacciare alla vita, come anche quelli corredati di cappelli e altri accessori. Insomma, tra colori, stili e abbinamenti c’è l’imbarazzo della scelta: per farsi un’idea e decidere quale sia il più indicato per la propria azienda basta dare un’occhiata ai siti che si occupano di vendita online di grembiuli da cucina professionali, ordinare e ricevere tutto comodamente in ditta.

Grembiule da cucina le caratteristiche

Tralasciando i diversi modelli tra i quali si può scegliere, è importante dire che un grembiule da cucina professionale deve rispondere a determinati standard e avere delle caratteristiche ben precise, per fare in modo che l’articolo non sia solo tecnico ma anche funzionale e confortevole per il lavoratore e facile da gestire.

Tra le caratteristiche essenziali per questo tipo di accessorio che si indossa sul lavoro troviamo la traspirazione e l’impermeabilizzazione. Il grembiule, infatti, non deve far sudare e nello stesso tempo deve proteggere la divisa che il lavoratore indossa. Ecco perché il tessuto deve essere in grado di catturare i liquidi e assorbire le macchie permettendo di lavorare in tranquillità e senza intoppi. Per fare questo c’è bisogno di un tessuto resistente alle macchie che sono all’ordine del giorno. Ma non è tutto.

Tra i must, compare anche la durevolezza. Il grembiule è un capo che viene utilizzato con grande frequenza e sottoposto a lavaggi continui, per cui deve essere in grado di rispondere bene a tutte le sollecitazioni che riceve, senza perdere colore e rovinarsi. Di solito si preferisce il cotone, il vinile, il neoprene o il polietilene.

Da prendere in considerazione, poi, anche la vestibilità e il sistema delle taglie, anche se di solito si parla di taglia unica con lacci che consentono di adeguare il capo ai vari fisici. Ad ogni modo, sono i produttori che fornisco i riferimenti per le taglie dando una mano alle ditte nella scelta.

Diverse tipologie di grembiuli da cucina

Parlando di grembiuli da cucina si pensa subito al cuoco, figura professionale per eccellenza che lo indossa. Al suo fianco, però, oggi ci sono oggi tanti altri ruoli che richiedono l’utilizzo di questo accessorio e per questo su mercato si trovano diverse tipologie tra le quali scegliere in base agli utilizzatori.

Il grembiule con pettorina è il modello per eccellenza, perfetto per proteggere la zona anteriore avvolgendosi intorno al collo e legandosi alla vita, con o senza tasche, per una maggiore protezione dagli schizzi ed in generale dall’attività. Di solito lo indossa proprio il cuoco come anche il pasticcere o il panettiere.

Più pratico ma sempre funzionale, perfetto per tutti gli addetti legati all’ambiente della cucina, è il grembiule senza pettorina, ideale soprattutto per camerieri e cameriere. Dona loro un tocco di eleganza e di stile senza eliminare la professionalità del ruolo.

Altro modello molto usato è quello del grembiule regolabile in vita senza pettorina ma nella versione lunga: arriva sotto le ginocchia con tasche e apertura anteriore per facilitare i movimenti. Di solito è abbinamento con il cappello ed è indossato dagli chef.

Su questo sito i cookie per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche anonime (cookie statistici) e per mostrare opportunamente servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noiCookie Policy