ragazza scappata

Tarek Abbassi, cittadino tunisino di 21 anni, è stato rintracciato dalla Squadra Mobile di Ancona a Chiaravalle. Il ragazzo doveva già esser espulso, ma era riuscito a svignarsela prima del rimpatrio. Stavolta non ci sarà scampo e il rimpatrio sarà effettuato al più presto. Il tunisino è un nome noto alle forze dell’ordine per via dei suoi molti precedenti, ma anche al grande pubblico. Aveva intrapreso una relazione con una ragazza vicentina di 17 anni che era fuggita di casa più volte per stare con lui. La giovane si era allontanata da casa sua lo scorso 24 ottobre e il caso era stato ripreso dalla trasmissione televisiva di Rai 3 “Chi l’ha visto?” condotta da Federica Sciarelli. Durante la trasmissione viene fatta sentire una telefonata tra la madre della ragazza e il tunisino, il quale si rifiuta di dare maggiori dettagli su dove si trova la giovane.

Il colpo di scena arriva intorno alle ore 22 quando in redazione una telefonata avvisa che la ragazza si trova in stazione. Il padre e le forze dell’ordine vanno a prendere la 17 enne che però dice subito di voler andare via per ricongiungersi con il suo amato. Non era la prima volta che succedeva e la vicenda non sembrava conclusa; così è stato: la ragazza è sparita di nuovo. Dopo soli tre giorni dal ritrovamento, la ragazza si allontana da casa con il 21 enne pregiudicato per reati contro la persona, furto, rapina, ricettazione, minacce, spaccio e detenzione di droga. La polizia mobile di Ancona e Vincenza, dopo alcuni accertamenti tecnici, hanno fatto irruzione in una casa di Chiaravalle dove abita il fratello del giovane ricercato. Ora entrambi i tunisini sono trattenuti e in attesa del procedimento di espulsione.

Ora la ragazza 17 enne ha già fatto aspre che andrà in Tunisia per andar a trovare Tarek. La ragazza è solita allontanarsi di casa e le denunce di scomparsa da parte dei genitori sono moltissime nel corso del tempo, infatti. Nei confronti del tunisino, dopo l’ennesima sparizione della giovane vicentina, era stato avviato un procedimento penale per sottrazione consensuale di minorenne da parte della Procura di Venezia.

Nel mese di agosto era previsto il rimpatrio del tunisino, dando finalmente un po’ di pace alla famiglia della ragazza che è disperata e non sa più cosa fare per trattenere la giovane che ormai è quasi maggiorenne e in grado, secondo la legge, di prendere le sue decisioni. A causa di un guasto al velivolo diretto in Tunisia, il rimpatrio era stato rinviato. Il 21 enne era stato mandato in centro per il rimpatrio a Torino da cui era scappato e aveva fatto perdere le sue tracce. Una volta fuggito, scatta subito l’espulsione che avverrà a breve dopo il ritrovamento grazie all’azione congiunta delle forze dell’ordine marchigiane e venete. La ragazza non era in compagnia del fuggitivo, ma era rientrata spontaneamente con treno, ma ha già detto che andrà in Tunisia al più presto.

Su questo sito i cookie per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche anonime (cookie statistici) e per mostrare opportunamente servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noiCookie Policy