degustazione vini ancona

Domenica 25 novembre torna per l’undicesima volta “Marche in un bicchiere”, la manifestazione enologica che raccoglie e premia tutte le migliori etichette del territorio marchigiano presso La Mole di Ancona. Non c’è migliore occasione per conoscere i vini del territorio marchigiano, il quale vanta vitigni anche autoctoni. L’apprezzatissima manifestazione ha il sostengo dell’AIS, associazione italiana sommelier, che ha valutato i vini partecipanti, assegnando così i premi. Ogni anno si premiano i migliori viticoltori delle ragione, che vanta oltre mille produttori di vino tra cui molti indipendenti. La regione Marche vanta 5 vini riconosciuti con la DOCG, denominazione di origine controllata e garantita, e ben 15 riconosciuti con la DOC, cioè denominazione di origine controllata. Un altro vino ha la IGT, cioè indicazione geografica tipica.

La vendemmia 2018

Sarà anche l’occasione per aprire i primi vini novelli di questa annata di vendemmia 2018, al quale si è conclusa benissimo. Già a fine stagione, si poteva già dire che l’annata era stata buona, ma ora si può averne la conferma. Sono davvero moltissimi gli ottimi vini che si coltivano in questo territorio, per lo più collinare. Nella zona di Pesaro e Urbino sono davvero moltissimi i vigneti di bianchello del Metauro ha avuto un’annata molto buona grazie a un’estate molto calda che verso la fine è stata anche piovosa. Una vera specialità e poi la Lacrima di Morro d’Alba. Il vitigno autoctono dell’omonimo comune situato nell’entroterra anconetano è un rosso molto corposo. Il Verdicchio dei castelli di Jesi è un altro vino, stavolta bianco, che si produce nelle Marche, nella zona di Jesi. Un altro vino simile che si trova nella provincia di Macerata e  Ancona è il Verdicchio di Matelica. Ancora più a sud, si trova la zona di produzione del rosso piceno. Nella zona collinare vicino a San Benedetto del Tronto si trova il Falesio, mentre ad Ascoli c’è la zona di produzione nota come Terre di Offida.

Il programma

L’evento inizierà alle ore 17:00 con la presentazione dell’evento e gli interventi del sindaco di Ancona, del vicepresidente delle Marche, di sommelier e alcuni esperti di vino. Sarano poi consegnati i diplomi ai produttori di vino premiati quest’anno. Alle ore 18:30 si apriranno i banchi di degustazioni e assaggio dei diversi produttori del territorio. I produttori sono quelli che hanno ottenuto l’importantissimo riconoscimento del Picchio e del Salvadanaio. Partecipano, infatti, solo le cantine che sono state premiate e che si sono distinte per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. La cena è a buffet con le eccellenze gastronomiche delle Marche. Il costo del biglietto di ingresso è di 30 euro, acquistabile sul circuito Viva Ticket. Insomma, una serata davvero imperdibile all’insegna dei sapori tipici delle terre marchigiane che meritano un riconoscimento, anche per premiare tutte le persone che durante l’anno si occupano della produzione con tanta fatica e dedizione.

Su questo sito i cookie per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche anonime (cookie statistici) e per mostrare opportunamente servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noiCookie Policy