Il Giappone non è solamente Tokyo. L’arcipelago dell’Estremo Oriente racchiude al suo interno un gran numero di realtà differenti, che vanno dalle grandi e tecnologiche metropoli ai piccoli centri rurali, che ancora oggi rappresentano il cuore più antico di questo Paese. Se state cercando di programmare il vostro prossimo viaggio potreste essere interessati a degli itinerari in Giappone meno noti, ma dotati di grande fascino.

Ne abbiamo elencati alcuni per voi. Continuate a leggere per saperne di più.

La regione di Tohoku

Se state visitando l’area di Tokyo potreste prendere i mezzi pubblici e raggiungere la regione di Tohoku, così da allontanarvi dalla metropoli e esplorare una zona tipicamente rurale. La zona compresa con il termine Tohoku unisce sei diverse prefetture, per questo è abbastanza impraticabile visitarla tutta ed è meglio programmare fin da subito quali sono i punti e le località imperdibili.

Un esempio è il castello di Hirosaki, molto apprezzato se si visita il Giappone all’inizio di maggio, dove si può assistere alla spettacolare fioritura dei ciliegi. Per chi cerca delle ottime acque termali sono invece presenti molte località che ospitano i classici bagni, noti come onsen, a volte contenuti all’interno di vere e proprie strutture alberghiere, i ryokan.

Le isole Amakusa

Nelle stagioni più calde una perfetta località se ci si vuole allontanare dai classici itinerari turistici è rappresentata dalle isole Amakusa, un arcipelago costituito da diverse piccole isole nel golfo del Kyushu, nel sud del Giappone.

Sono presenti molte spiagge che conservano ancora oggi la loro naturalezza intatta. Ogni isola ha la sua particolarità, con paesaggi molto diversi tra di loro. Alcuni ponti collegano le varie isole, permettendo ai turisti di muoversi liberamente da una all’altra. Per chi ama la spiritualità del Giappone non mancano degli antichi templi, un perfetto simbolo della spiritualità che avvolge da secoli questo Paese.

Il villaggio di Shirakawa-go

Il Giappone è un arcipelago dove il mare ha un ruolo decisamente fondamentale, ma non bisogna sottovalutare le località montane, dove si possono trovare delle vere e proprie gemme. Un esempio è proprio il villaggio di Shirakawa-go, una piccola cittadina non molto lontana da Tokyo, incastonata nelle Alpi Giapponesi.

Si può visitare in ogni periodo dell’anno, ma molti suggeriscono di farlo in autunno, dove i colori del paesaggio si mescolano mostrando il volto migliore di questa zona.

Un elemento molto caratteristico di questa località è la presenza di particolari abitazioni, note come Kiritsuma-Gassho-Zukuri. Sono costruite senza l’uso di chiodi e per la loro realizzazione sono stati usati solo materiali naturali.

La città di Koya

Chiudiamo il nostro elenco con la città di Koya, posizionata nelle montagne della regione del Kansai. Questa meta è l’ideale per coloro che cercano mete lontane dal classico turismo, con il desiderio di respirare a fondo la spiritualità giapponese. Ciò è possibile passando la notte in alcune strutture chiamate shukubo, un termine che indica un monastero dotato di specifici alloggi per i turisti.

Intorno alla città di Koya sorge la foresta del Koyasan, un luogo dove i monaci si immergono in meditazione. Qui natura e spiritualità si uniscono, donando ai visitatori un’esperienza che mescola misticismo e meraviglia.

Su questo sito i cookie per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche anonime (cookie statistici) e per mostrare opportunamente servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noiCookie Policy